Isola del Giglio

Dal 29 Settembre al 2 Ottobre 2016

ISOLA DEL DEL GIGLIO

Terreni impervi raggiungibili solo a piedi, per camminatori che possono apprezzare così la grande ricchezza di questa terra a lungo soggiogata dagli assalti dei Saraceni.
I Romani la chiamavano l’isola delle capre. Da sempre è stata abitata dagli uomini, per secoli è stata sotto il giogo dei pirati Saraceni che con le loro scorribande rendevano difficile la vita agli isolani. La ricca vegetazione, il mare cristallino, le tradizioni locali e la storia dei popoli ci accompagnano alla scoperta di questo gioiello nel cuore del Mediterraneo. Seconda isola per dimensioni del Parco Nazionale dell’Arcipelago Toscano.

  • 29 Settembre 2016 Cannelle e Caldane
    3 ore Disl 80m
    Arrivo nel pomeriggio a Giglio porto, passeggiata conoscitiva alle Caldane, per iniziare a respirare l’aria del mare e familiarizzare con l’isola. Primo bagno. Poi col bus andiamo a Giglio Castello per la sistemazione nella locanda

  • 30 Settembre 2016 Dai monti al mare
    6 ore Disl 400m in salita, 400m in discesa
    Escursione conoscitiva della vegetazione e degli antichi manufatti. La calcarea roccia del promontorio del Franco, ci stupirà con le pareti scoscese ed a picco sul mare, il mare visto dal faraglione sembra infinito. Bagno a mare aperto. Ritorno al Castello con la mulattiera diretta.

  • 1 Ottobre 2016 Lo nero periglio
    6 ore Disl. 100 m. in salita
    Visita alla rocca Pisana ed al castello nel quale i Gigliesi trovavano le incursioni dei pirati. Dal Poggio della Chiusa, che emerge come un maniero sul mare, escursione montana lungo la dorsale dell’isola per scoprire al Poggio della Pagana “i monti nel mare”: le isole dell’arcipelago Toscano si svelano, lentamente, durante il cammino. Le tracce della fauna selvatica ci accompagnano fino al Sasso Ritto.

  • 2 Ottobre 2016 L’isola delle capre
    3 ore Disl 400 m in discesa
    Percorrendo la mulattiera fino al porto, cercheremo una spiaggia per l’ultimo bagno in mare. Relax e shopping nei caratteristici negozi , in attesa dell’imbarco per Santo Stefano. Pranzo libero

Parco Nazionale dell'Arcipelago Toscano

Ritrovo: alle ore 14,30 al porto di Porto S. Stefano in tempo per prendere il traghetto delle 14.45
Rientro: partenza dall'Isola col traghetto delle 14.15 Arrivo a Porto Santo Stefano dopo 1h e alla stazione di Orbetello alle 16.30 circa.
Cammino: si cammina per 4/7 ore al giorno su stradine e sentieri di media difficoltà con dislivelli dai 200 ai 400 m in salita e in discesa.
Notti: locanda a Giglio Castello/Albergo Campese
Cosa portare: zaino, scarponi da trekking, mantella perla pioggia, borraccia, cappello, pantaloncini, costume, telo mare. Non sono necessari asciugamani e lenzuola.
Difficoltà: medio-facile dati i dislivelli,si consiglia di fare un po' di allenamento.
Quota: € 180 fino a 6 pax, € 150 fino a 10 pax, € 130 oltre 11 pax (Comprende assicurazione, servizio Guida per tutto il periodo , assistenza h 24).
Cosa portare: zaino, scarponi da trekking, mantella perla pioggia, borraccia, cappello, pantaloncini, costume, telo mare. Non sono necessari asciugamani e lenzuola.
Difficoltà: medio-facile dati i dislivelli,si consiglia di fare un po' di allenamento.
Quota: € 180 fino a 6 pax, € 150 fino a 10 pax, € 130 oltre 11 pax (Comprende assicurazione, servizio Guida per tutto il periodo , assistenza h 24).
Spese previste: € 200 (Cene, dormire, traghetto A/R, autobus isola)
Caparra di €100 da versare a conferma del viaggio entro il giorno 23.8.2016: € 200 ( Cene, dormire, traghetto A/R, autobus isola.)
Caparra di €100 da versare a conferma del viaggio entro il giorno 23.8.2016
Per info: Pietro tel. 3494409855 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Thesan - Terre Etrusche
Giovedì, 29 Settembre 2016 00:00
Letto 5530 volte