La conquista dell’Etruria

Dal 1 al 9 Maggio 2015

SUI PASSI DEI ROMANI

Come gli antichi romani partirono alla conquista dell’Etruria, percorreremo da Vejo, la prima città etrusca conquistata a Velzna l’ultima. Boschi maestosi, monumenti solitari e antichi borghi si susseguono tra la Tuscia e l’Umbria
di Pietro Labate
Vi conduco per su quella che un tempo fu la via che collegava l’Etruria meridionale con Roma,Sutri,Bolsena,Orvieto.
E’ la Via Cassia che oggi esiste ancora come moderna strada statale.
Gli etruschi prima poi durante il medioevo, lo stesso percorso divenne la parte finale del Cammino dei pellegrini, la Via Romea o Via Francigena che univa Canterbury a Roma. Il nostro cammino percorre le storie dei popoli che si sono susseguiti in questa meravigliosa terra di Tuscia.
Propongo un cammino di bellezza e di gioia.

  • 1 Maggio 2015 Roma
    3h - [+/-0]
    Visita ai principali monumenti della città eterna per iniziare ad assaporare il viaggio.
    Sistemazione in convento con cena e notte .

  • 2 Maggio 2015 La Storta-Formello
    5 h – 16 km + 200 - 100
    Dalla etrusca città di Vejo, nell’omonimo Parco ci spostiamo verso la bella campagna romana.
    Il borgo medioevale di Formello ci avvicina alla Storia dei pellegrini.
    Breve transfer in bus.
    Notte e cena in agriturismo

  • 3 Maggio 2015 Monterosi-Capranica
    6 h - 21 km +100 -50
    Su stradine secondarie arriveremo all’antica Città di Sutri, con il suo anfiteatro , le necropoli e le vie cave. Percorrendo boschi antichi ci sembrerà di essere in un’epoca diversa.
    Cena e notte in agriturismo.

  • 4 Maggio 2015 Capranica - Montagna - Viterbo
    8h - 25km +500 -500
    Dal borgo medievale di Capranica usciamo lentamente dai boschi di noccioli e castagni per incontrare l’orrida Selva Cimina.
    Sotto il lago di Vico e sempre camminando per boschi arriveremo a Viterbo.
    Notte in ostello, cena in trattoria.

  • 5 Maggio 2015 Viterbo - Montefiascone
    6h - 19 km +300 -50
    Gli antichi basolati delle strade romane ci conducono, come i pellegrini di un tempo, verso le campagne che anticipano il paesaggio che da li a poco diventerà Maremma.
    Cena in trattoria e notte in albergo.

  • 5 Maggio 2015 Montefiascone - Bolsena
    6h - 19 km +200 -300
    Costeggiamo il Lago di Bolsena con le sue isole, la Martana e la Bisentina.
    Boschi di querce, guadi e il silenzio di queste terre di confine ci accompagnano a Bolsena, la città del Miracolo del Corpus Domini.
    Cena in locale tipico. Notte in convento/ostello.

  • 7 Maggio 2015 Bolsena - Civita di Bagnoregio
    5 h 14 km +300 -100
    Dalla città del Miracolo, a piedi fino al paese che muore Civita.
    Seguendo antichi sentieri e strade secondarie, tra campi panoramici e piccoli borghi arriveremo alla valle dei calanchi, dove il paesaggio cambia ogni giorno un po’.
    Notte in convento, cena autogestita/trattoria.

  • 8 Maggio 2015 Civita di Bagnoregio - Orvieto
    6 h km 18 +100 -200
    Su stradine secondarie ci avviciniamo alla dolce campagna Umbra. Vigneti ed oliveti modellano da sempre il paesaggio.
    In fondo la rupe tufacea di Orvieto, si erge solitaria.
    Notte in convento, cena in trattoria.

  • 9 Maggio 2015 Anello del tufo Orvieto.
    4 h km 6 +50 -50
    Orvieto come non l’avete mai vista, escursione Intorno alla rupe con visita delle necropoli etrusche. Gli antichi templi ed infine il Duomo.
    Possibilità di ulteriore notte in convento.

Inizio 1 maggio arriviamo a Roma al mattino/pomeriggio il gruppo prosegue a piedi la conoscenza della città eterna. Fine 9 maggio ore 15,00 alla stazione ferroviaria di Orvieto.www.trenitalia.it.
Per chi vuole, possibilità di passare la notte ad Orvieto città , convento S. Lodovico Piazza Ranieri, suor Giovanna.

Cammino: si cammina su stradine sterrate, talvolta pavimentate a pietra e su sentieri senza difficoltà tecniche.
Notti: foresteria e conventi in camere multiple, B&B,agriturismo.
Pasti: pranzi al sacco, cene e colazioni nelle strutture ricettive oppure in locali tipici. Sapori tipici: acquacotta, coregone del lago di Bolsena (pesce), zuppe, spaghetti cacio e pepe, riso con lenticchie o cicoria, fagioli di Gradoli, pecorino, funghi, finocchio selvatico e mentuccia, tozzetti alle nocciole, vini (Est,Est,Est, Orvieto. Aleatico di Gradoli).
Cosa portare: scarponcini da trekking, zaino, mantella per la pioggia, borraccia, asciugamano, saccolenzuolo. La lista completa è inviata dopo l'iscrizione.
Difficoltà: 3 su 4. Si tratta di un viaggio itinerante con zaino sulle spalle. I dislivelli sono minimi, le percorrenze a volte un po' lunghe. Prepararsi con un po’ di allenamento alle lunghezze indicate.
Quota: € 350 da versare all'associazione (per segreteria, organizzazione, guida).
Spese previste: € 350 Da portare con sé per mangiare, dormire e spostamenti. Sono calcolate accuratamente, tuttavia suscettibili di piccole variazioni in più o meno legate a variazione prezzi ed al comportamento del gruppo.
Su richiesta è previsto un servizio di trasporto bagagli ad € 5,00 day pax

Per info: Pietro tel. 3494409855 oppure Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Thesan - Terre Etrusche
Venerdì, 01 Maggio 2015 00:00
Letto 48041 volte