Anello dell' Argentario

ANELLO DELL' ARGENTARIO 

Partiamo dal Pozzarello, ascesa verso la torre dell’Argentiera, unica torre medioevale del promontorio che si erge solitaria all’interno, la macchia mediterranea la circonda in un verde abbraccio.
Proseguiamo su stradine e sterrati verso poggio Fondoni, leccete apparentemente giovani formano un galleria, si sale verso Capo d’Uomo, il panorama cambia , la gariga si staglia a picco sul mare turchese, sullo sfondo le isole di Giannutri, Giglio e Montecristo.
I ruderi della torre dominano un paesaggio che spazia per 360° tra terrazzamenti, antichi casali e l’arcipelago Toscano.
Si scende su sentieri avvolti dall’odorosa macchia fino a percorrere un breve tratto di strada provinciale, poi , di nuovo stradine sterrate, sentieri solitari, l’Argentario da il meglio di sé.
Spaccabellezze , panoramico sentiero affacciato sulla valle del Campone, sulla laguna di Orbetello e su Porto S. Stefano. Si scende tra le terrazze coltivate ad Ansonaco, il vitigno autoctono del Monte, olivi bonsai e piccoli alberi da frutto che non possono crescere normalmente a causa della roccia in cui sono coltivati.
Infine si arriva a Porto S. Stefano cittadina di pescatori dove è ancora forte l’appartenenza al mondo marinaro.

    Per informazioni e prenotazioni
  • Quota partecipazione a singola giornata: adulti 13 € - ragazzi euro 7 € - bambini gratis (minimo 6 partecipanti).
  • Pietro +39 349 4409855 - Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.
Thesan - Terre Etrusche
Mercoledì, 19 Marzo 2014 17:38
Letto 3771 volte

Video